18 lug 2010

«I contemporanei non siano esposti con Caravaggio» (di Francesca Pini - Corriere della Sera)

Commissionate a un giovane pittore due tele ispirate al Merisi. Ma poi scatta la censura della sovrintendente (nella foto il San Giovanni Battista dipinto da Nicola Samorì)
MILANO - Chi ha paura dell’arte contemporanea? Accostare a Caravaggio un giovane pittore di talento è forse un sacrilegio? Pare proprio di sì, stando alla vicenda di questa mostra a Porto Ercole (dal 18, alla chiesa di Sant’Erasmo), che commemora la fine della vicenda umana dell’artista (in fuga da Napoli verso Roma, fu arrestato a Palo, si rimise in viaggio colpito da febbre e morì nel 1610 a Porto Ercole). Questa mostra prevedeva la presenza di due tele di grandi dimensioni dipinte da Nicola Samorì, commissionate tre mesi fa all’artista, e ora cancellate dalla mostra, perché non gradite alla soprintendente del polo museale romano, Rossella Vodret, che ha posto il suo veto. (Altrimenti niente prestito).  «Il Caravaggio a Porto Ercole è stato un prestito eccezionale, concesso per la sua forte valenza simbolica, emotiva e culturale. Mettergli vicino delle opere di un contemporaneo è assolutamente fuori luogo», taglia corto la Vodret, che dichiara di aver approvato solo il prestito del San Giovannino e null’altro. Ma così il progetto (prodotto da Aleart con le restauratrici romane Valeria Merlini e Daniela Storti, oltre a Francesca Temperini) è monco della ..... CONTINUA A LEGGERE SU "IL CORRIERE DELLA SERA.IT"

3 commenti:

  1. Scherziamo? E chi è Rossella Vodret che si si arroga il diritto di veto alla libera espressione di un artista che voleva rendere omaggio a Caravaggio con opere ispirate al grande maestro lombardo? Cose da pazzi...

    RispondiElimina
  2. Ma lo sa la Vodret che vi è libertà di interpretazione e di proposta dell'arte? La nostra Costituzione parla di libertà dell'arte... Vodret, non pensavo che potessi cadere così in basso, sei una brava storica dell'arte, ma non ti puoi arrogare il diritto di censurare artisti contemporanei, non è di tua competenza. Hai fatto una brutta figura! Vergognati!

    RispondiElimina
  3. DA PASOLINI A PAPESCHI, QUALI SONO I CONFINI DELLA CENSURA? di Andrea Dusio


    Fonte:
    http://www.milanocultura.com/public/arte/editoriali/650-da-pasolini-a-papeschi-quali-sono-i-confini-della-censura.asp

    RispondiElimina