30 mag 2010

5 Giugno 2010: “Il Caravaggio: ombre, luci, musica" (Castelletto di Guggiono - MI)

“Il Caravaggio: ombre, luci, musica", il racconto della vita del Caravaggio attraverso alcuni estratti di testi degli Storici dell' Epoca, proiezione di immagini di dipinti scelti e musica del suo tempo, eseguita con strumenti filologici. 

Ensemble Festeggio Armonico: Giorgio Ferraris tiorba e chitarra barocca, Lorenzo Lio flauto dolce, Mario Lacchini flauto dolce, Franz Silvestri claviorgano (organo positivo e virginale italiano); Attrice Sara Dameno.

Musiche di F.de Layolle, G. Frescobaldi, D. Ortiz, S. Landi, A. Falconieri, G. Kasperger,

T. Merula CASTELLETTO DI CUGGIONO (MI) - Sabato 5 Giugno 2010 - ore 21
La Scala di Giacobbe, ex Convento dei Padri Domenicani (XV e parte del XVII sec.) Piazza Castelletto 55

Proiezione del film "Voluptas Dolendi. I gesti del Caravaggio" - 8 giugno - Cinema Trevi (Roma)

L'8 giugno alle ore 19.00 al Cinema Trevi (Roma) verrà proiettato il film: "Voluptas dolendi. I gesti del Caravaggio".   Regia di Francesco Vitali; adattamento cinematografica di F. Vitali dall’omonimo spettacolo di Mara Galassi e Deda Cristina Colonna; voce gestualità e danza: Deda Cristina Colonna; arpa doppia: Mara Galassi; fotografia: F. Vitali; costumi: Barbara Petrecca; origine: Italia; produzione: Fondazione Marco Fodella, con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Ministero degli Affari Esteri, il patrocinio e sostegno di Comune di Milano e il contributo di Fondazione Cariplo Intesa Sanpaolo; durata: 55’ - Alla proiezione saranno presenti Francesco Vitali, Deda Cristina Colonna, Mara Galassi e Gianni Fodella, Presidente della Fondazione Marco Fodella - Cinema Trevi, vicolo del Puttarello, 25 – Roma - ACCEDI ALLE INFORMAZIONI SUL FILM

Caravaggio a Orvieto nell'ambito del Festival "Arte e fede tra vocazione e passione"

A Orvieto inaugurerà la V edizione del Festival "Arte e fede tra vocazione e passione" la presentazione della mostra "Caravaggio l'urlo e la luce", curata dal professor Roberto Filippetti, già noto al grande pubblico, che da anni percorre l'Italia per introdurre bambini, giovani e adulti all'incontro con la grande arte, letteraria e pittorica. La conferenza inaugurale "Una storia in cinque stanze", con intermezzi musicali del "Trio Orvietoarmonico", si terrà il 25 maggio a Palazzo del Capitano del Popolo, alle 21.15. La mostra, che sarà visitabile dal 26 maggio e resterà aperta fino al 13 giugno a Palazzo dei Sette, nell'anno in cui ricorre il IV centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio, riproduce, a grandi dimensioni e ad alta definizione digitale, 31 opere dipinte tra l'ultimo lustro del ‘500 e il primo decennio del ‘600 (la mostra è organizzata in collaborazione con Itaca Eventi Srl).

Caravaggio in Montenegro: NARCISO in mostra a Podgorica

Nell’ambito dei rapporti culturali tra Italia e Montenegro, il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi e il Ministro della Cultura del Montenegro, Branislav Micunovic, hanno presentato la mostra “Caravaggio in Montenegro. Narciso alla Fonte” che si inaugurerà al Museo di Arte Contemporanea di Podgorica il prossimo 2 giugno.  Nell’ambito delle relazioni diplomatiche e culturali tra Italia e Montenegro, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con il Ministero della Cultura del Montenegro e con il contributo di A2A, presenta la mostra “Caravaggio in Montenegro, Narciso alla fonte”.  L’iniziativa, proposta nell’anno dedicato alle Celebrazioni del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, si inserisce nel più ampio quadro dei rinnovati rapporti di amicizia e cooperazione tra i due Paesi... LEGGI TUTTO SU TGCOM

26 mag 2010

Il nuovo volume: "DA CARAVAGGIO AI CARAVAGGESCHI" di Maurizio Calvesi e Alessandro Zuccari

Il volume che ora vede la luce nell'anno stesso in cui ricorre il IV centenario dalla morte del Caravaggio, si distingue dalle altre numerose pubblicazioni sull'artista, per la singolare concentrazione di novità emerse dallo scavo approfondito di tanti specialisti. Diciotto sono gli autori che si sono cimentati in questa impresa. Non è un volume-strenna ma al contrario, uno strumento fondamentale per potersi avvicinare alla complessità di un artista che forse più di ogni altro ha lasciato un' impronta indelebile nella storia dell'arte italiana ed europea, e poter misurare l'ampio raggio della sua influenza.  Il volume si apre con un saggio di Giacomo Berra, che ripercorre con minuziosa intelligenza i primi passi del giovane Merisi a Milano, individuandone gli spostamenti e le relazioni nel contesto delle parrocchie meneghine. Dall'analisi capillare dei documenti, l'autore ricava nuovi dati sulla famiglia specialmente sullo zio sacerdote, che per primo lo spinge a partire per l'Urbe.  LEGGI TUTTO SUL SITO DELL'UFFICIO STAMPA ROSI FONTANA

Caravaggio uccise con la scusa del tennis (di Vincenzo Martucci, Gazzetta dello Sport)

Vincenzo Martucci, uno dei giornalisti sportivi italiani più autorevoli, sedotto anche lui da Caravaggio e dalla sua vita movimentata. Riprendendo il fattaccio di via della Pallacorda Martucci introduce la conferenza che terrà a Roma su Caravaggio il professor Cees De Bondt il 27 Maggio 2010 presso l’istituto olandese di Roma alle ore 18 (Via Omero 10/12).«Cold case». Casi riaperti. Il 29 maggio del 1606, Caravaggio uccide un uomo: è condannato a morte e finirà i suoi giorni, esule, appena 4 anni dopo, a Porto Ercole. Il 27 maggio 2010 il professore olandese Cees de Bondt, partendo dal quadro caravaggesco La Morte di Giacinto, promette di rivelare prove convincenti che... LEGGI TUTTO L'ARTICOLO SUL BLOG DI EGIZIO TROMBETTA

Cees De Bondt - Il 27 Maggio rivelerà nuovi dettagli sull’omicidio di Caravaggio alla pallacorda (dal blog di Egizio Trombetta)

Cees De Bondt, storico della pallacorda, studioso di Caravaggio, il 27 maggio 2010 alle ore 18.00 terrà la sua conferenza « Caravaggio e la Sua Infausta Partita di Tennis (1606) Un’Indagine intorno ad un Quadro Caravaggesco ». Istituto Olandese, Via Omero 10/12, Roma, tel. (0039) 06.3269621 - Ingresso libero
23.05.2010. Nel 2000 fu venduto all’asta Sotheby’s a Londra un dipinto caravaggesco intitolato La Morte di Giacinto. Discostandosi dalla fonte ovidiana, secondo la quale Apollo uccise inavvertitatamente Giacinto durante una gara di lancio col disco, l’ignoto pittore aderisce alla versione del mito fornita dal traduttore seicentesco delle Metamorfosi e rappresenta i due personaggi come giocatori di tennis. Il quadro raffigura Giacinto morente, colpito alla testa dalla palla lanciata dalla racchetta di Apollo... LEGGI TUTTO L'ARTICOLO SUL BLOG DI EGIZIO TROMBETTA

25 mag 2010

Documentario: "FURTI D'ARTE: LA NATIVITA' DI CARAVAGGIO"

Il documentario di Art News-Rai Educational “Furti d’arte. La Natività di Caravaggio” regia di Massimo Sangermano, dur. 30’ sul furto della Natività di Palermo, sarà trasmesso su Rai il 28 Maggio 2010 alle ore 17 e in replica la mattina successiva, 29 Maggio, alle ore 4.00.  Quarant’anni fa un quadro di Caravaggio, la Natività, viene trafugato dall’oratorio di San Lorenzo a Palermo. Cade, probabilmente, nelle mani della mafia; nessuno lo ha più rivisto. E oggi? Cosa è stato di quel capolavoro dell’umanità? Bruciato, mangiato dai topi, nelle mani di un potente boss. Molte le ipotesi. Molti sperano ancora di poterlo ritrovare.

23 mag 2010

Caravaggio e la Sua Infausta Partita di Tennis (1606): Un’Indagine Intorno ad un Quadro Caravaggesco


Conferenza di Cees de Bondt - giovedì 27 maggio, 18.00 - Istituto Olandese, Via Omero 10/12, Roma
Nel 2000 fu venduto all’asta Sotheby’s a Londra un dipinto caravaggesco intitolato La Morte di Giacinto.  Il redattore della scheda del catalogo, senza fornire prove, suggerisce che il quadro allude a una tragica vicenda contemporanea: la morte di Ranuccio Tomassoni, ucciso dal Caravaggio nel 1606 durante una lite nata a seguito di una partita di pallacorda.   Nella sua conferenza Cees de Bondt (autore del libro Royal Tennis in Renaissance Italy, Brepols 2006) si propone di fornire prove convincenti a questa ipotesi.

19 mag 2010

22 maggio, Cremona, Spettacolo "CARAVAGGIO: LA LUCE DEL BUIO"

L’Associazione Pier Lombardo presenta lo spettacolo “CARAVAGGIO: LA LUCE DEL BUIO”. Uno spettacolo ideato e coreografato da Susanna Beltrami, con la consulenza musicale di Sandro Dandria, Maitre du ballet Matteo Bittante. le musiche sono di Sandro Dandria, Edvard Grieg, Anton Bruckner, Claudio Monteverdi e anonimi popolari. Lo spettacolo andrà in scena sabato 22 maggio, presso il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona.  Le opere del Caravaggio, da quelle giovanili a quelle della maturità, si muovono con energia verso il teatro e il teatro ne prende spunto coinvolto dalle loro chiavi drammaturgiche, dal movimento corporeo che trapela da esse e dalla luce che evidenzia le relazioni tra gli elementi e i pensieri che vi sono celati...  LEGGI TUTTO SU CREMONA WEB

18 mag 2010

ROY DOLINER - Caravaggio. A light in the shadows (dal blog di Egizio Trombetta)

Roy Doliner presenta il suo ultimo libro Caravaggio. Una luce nelle tenebre (Caravaggio. A light in the shadows), all’English Theatre di Gaby Ford (Teatro Arciliuto di Roma – zona Piazza Navona).
Ogni qual volta abbia tentato di scrivere qualcosa a riguardo di Roy Doliner, l’autore del libro Caravaggio. Una luce nelle tenebre, sono stato improvvisamente colto da ansia da prestazione… Non so mai da che parte iniziare, vorrei raccontare qualcuna delle sue genialate e suggerire dunque di leggere i suoi libri. Credo però si tratti di una missione alquanto impossibile.... LEGGI E VEDI IL VIDEO INTEGRALE (IN INGLESE) SUL BLOG DI EGIZIO

15 mag 2010

Due appuntamenti romani su Caravaggio per il 20 e 22 maggio

Caravaggio e il suo tempo, 20/05/10, ore 16.45, Biblioteca Casanatense
Conferenza con proiezioni di immagini a cura di Giudi Sorrenti.
Nell’ambito delle manifestazioni culturali per il IV Centenario della morte del Caravaggio, si intende porre l’attenzione al panorama artistico che ha concorso alla formazione del Maestro: l’ideologia religiosa e il contesto pittorico a lui contemporaneo, dominato da una committenza secondo la quale l’arte diventa mezzo di propaganda. Al di là del consueto interesse rivolto alle vicende della vita del pittore, è la sua opera, analizzata nelle intrinseche motivazioni, a fare dei primi anni del Seicento uno dei più eminenti periodi dell’arte italiana.  ACCEDI ALLA PAGINA CON TUTTE LE INFORMAZIONI

"L'Altra P . . . Arte" su Caravaggio - 20 e 22 maggio
In occasione del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio L’Altraparte presenta un doppio appuntamento per rendere omaggio alla memoria del grande pittore lombardo.
Consapevoli del grande clamore mediatico sorto intorno al personaggio e non disposti a seguire l’onda di un interesse effimero e superficiale o la corsa a fornire eventi e gadget caravaggeschi, presentiamo un’iniziativa seria e meditata che si propone lo scopo di avvicinare l’appassionato ed il semplice curioso alla vita ed alle opere dell’artista.  ACCEDI ALLA PAGINA CON TUTTE LE INFORMAZIONI

Novità importanti sulla ricerca delle sposglie mortali di Caravaggio

Vinceti, segreta sepoltura Caravaggio per impossessarsi dei suoi quadri
Roma, 14 mag. (Adnkronos) - ''La morte del Caravaggio non fu denunciata da parte dei soldati spagnoli perche' volevano impossessarsi dei quadri che il pittore portava con se' da Napoli nel suo ultimo viaggio prima di morire''. E' questa l'ipotesi di Silvano Vinceti, presidente del Comitato nazionale per la valorizzazione dei Beni Storici, Culturali e Ambientali che sta effettuando le ricerche sui resti mortali del pittore. LEGGI TUTTO SUL SITO ADNKRONOS

Trovate le ossa del Caravaggio - Al Dna l'ultima risposta
Buone notizie in merito allo studio dei resti ossei imputabili al Caravaggio. A fornire importanti novità il Comitato nazionale per la valorizzazione dei beni storici, culturali e ambientali, promotore della ricerca del luogo di morte e dei resti ossei dell'artista bergamasco. Grazie a un'equìpe scientifica composta da ricercatori della università di Bologna, Lecce e dell'Aquila, il Comitato ha infatti reso noti i risultati del Carbonio 14 e quelli usati per la datazione della specifica età dei nove resti mortali (esame istologico).  LEGGI TUTTO SU L'ECO DI BERGAMO

14 mag 2010

La lingua di Caravaggio (dal sito dell'Archivio di Stato di Roma)

Pubblicato sul Sole24ore un altro articolo di Marco Carminati, che mette in risalto l'importante ritrovamento di due nuovi documenti sul pittore Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, nascosti nelle carte restaurate dell'archivio del Tribunale del governatore di Roma, conservato presso l'Archivio di Stato di Roma.  Grazie all'appello lanciato sulle pagine di questo giornale dallo stesso giornalista per la salvaguardia dei documenti su Caravaggio (lo scorso 6 febbraio 2010), si sono reperiti velocemente fondi per restaurare questi preziosi registri che conservano le carte caravaggesche.  Tutto ciò ha permesso l'approfondimento delle ricerche storiche su Caravaggio, già iniziate per la mostra, in programma dal 9 dicembre 2010, sulla vita di Caravaggio raccontata propria grazie ai documenti conservati nell'Archivio di stato di Roma. Da oggi possiamo contare su due nuove testimonianze e la ricerca prosegue...  Vai all'articolo [...]

Un anno ad arte: Caravaggioa Firenze

E' in linea il sito ufficiale di "Un anno ad arte" che contiene le informazioni e le opere esposte nelle mostre:
  • CARAVAGGIO E CARAVAGGESCHI A FIRENZE (Galleria Palatina di Palazzo Pitti)
  • CARAVAGGIO E LA MODERNITA': I DIPINTI DELLA FONDAZIONE ROBERTO LONGHI (Villa Bardini)
ACCEDI AL SITO

"Caravaggio suonava" (da "Il suono di Caravaggio", intervista di Egizio Trombetta)

Intervista a Rosario Cicero (musicista) e Daniele Valmaggi (attore), ascoltati pochi minuti prima della loro performance “Il Suono di Caravaggio” all’Oratorio di S.Francesco Saverio detto del Caravita lo scorso 28 aprile. Transcript a cura di Agnieszka Kirkiewicz.

12.05.2010. Caravaggio suonava: è quanto ha dichiarato Daniele Valmaggi – a seguito di un’analisi dell’inventario delle “robe” di Caravaggio - intervistato insieme a Rosario Cicero pochi minuti prima della loro performance all’Oratorio di S.Francesco Saverio detto del Caravita lo scorso 28 aprile 2010. Coloro che hanno avuto la possibilità di assistere dal vivo all’esibizione (era tutto esaurito da giorni N.d.r.) sono stati sublimati per circa due ore. Pura delizia musicale. Basta osservare e ascoltare i brevi passaggi del concerto proposti nel video che introduce l’intervista. Cicero & Co propone musica di forte matrice etnica. Come ci spiegherà lo stesso Cicero la musica seicentesca risente dell’innovazione linguistica dell’avvento monodico, ma soprattutto è influenzata dalla cultura musicale spagnola e da quella proveniente dal “nuovo mondo”... VEDI IL VIDEO COMPLETO DELL'INTERVISTA SUL BLOG DI EGIZIO TROMBETTA

12 mag 2010

Ravenna - A caccia del Dna di Caravaggio (dal sito ROMAGNANOI)

Si cercano i discendenti dell'artista nella sua città natale. Convocati i residenti di cognome Merisio, originale grafia del nome. Le ricerche si sposteranno ora a Galliate (Novara), per rintracciare la stirpe della sorella del Merisi.

RAVENNA - Continua a tappeto la ricerca del Dna del Caravaggio, in modo da confrontare la mappa genetica di un discendente del pittore con quella delle ossa ritrovate a Porto Ercole, dove l'artista morì. Un primo prelievo era stato effettuato tra sei discendenti diretti di Michelangelo Merisi residenti a Caravaggio e dintorni. Ora il professor Giorgio Gruppioni, l'antropologo dell'università di Bologna che sta conducendo la ricerca, ha deciso invece di chiamare a raccolta tutti i Merisio (esatta grafia del cognome) della zona.  LEGGI TUTTO L'ARTICOLO SUL SITO "ROMAGNANOI"

Firenze intorno a Caravaggio, Gregori: "Il primo dei moderni" (da LaRepubblica.it)

La studiosa parla delle iniziative per il IV centenario della morte dell'artista. Appuntamento il 22 maggio fra Uffizi, Palatina e Bardini - di MARA AMOREVOLI
Nell'anno delle celebrazioni del IV centenario dalla morte dell'artista e a 40 anni dall'ultima grande esposizione fiorentina a Palazzo Pitti, il prossimo 22 maggio Uffizi, Galleria Palatina e Museo Bardini aggiornano una lettura del pittore dei suoi seguaci con la rassegna Caravaggio e i caravaggeschi a Firenze. La mostra ruota intorno ai capolavori di Uffizi e Palatina - Bacco, Amorino dormiente, Medusa, Cavadenti, Sacrificio di Isacco e Cavaliere di Malta, a cui si aggiungono Ritratto di Maffeo Barberini e Ritratto di cardinale, ormai considerati come sue opere - oltre a proporre 24 dipinti caravaggeschi della Fondazione Roberto Longhi. A Mina Gregori presidente della Fondazione e dal 1951 studiosa dell'artista, tanto da essere chiamata "La signora di Caravaggio" ("ma anche "la ragazza della tramvia"" aggiunge lei inflessibile nella sua battaglia contro il passaggio del tram dal Duomo), il compito di anticipare il senso della mostra.  LEGGI TUTTA L'INTERVISTA SU "LAREPUBBLICA.IT- FIRENZE"

“Michelangelo Merisi non è morto a Porto Ercole” - Ecco la verità di Vincenzo Pacelli (dal sito gialli.it)

Vincenzo Pacelli, ordinario di Storia dell’Arte Moderna alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli “Federico II”, e comunemente considerato uno dei maggiori esperti di Caravaggio in Italia interviene sul “caso Caravaggio” con una lettera in esclusiva per Gialli.it 

Alain Elkann intervista Vittorio Sgarbi su Caravaggio





Il video dell'intervista su Caravaggio di Alain Elkann a VITTORIO SGARBI andata in onda su LA7

CREMONA: La Notte dei Musei e... dintorni

Cremona e Michelangelo Merisi: un legame antico che oggi si rinnova. E proprio a Caravaggio, nell'anno in cui ricorre il quarto centenario della sua scomparsa, è dedicata l'edizione 2010 de "La Notte dei Musei": la manifestazione che l'Assessorato alla cultura, commercio e turismo organizza il prossimo sabato 15 maggio. La notte del 15 rappresenterà il momento clou di un fitto calendario di appuntamenti, che durerà quasi tutto il mese di maggio - caratterizzato dalla presenza di più forme d'Arte: pittura,musica, danza, teatro.  Un programma realizzato in collaborazione con diversi soggetti (pubblici e privati), che sentitamente ringraziamo per questa partnership culturale che, auspichiamo, attirerà l'attenzione non solo dei cremonesi ma di visitatori di altre provenienze.  ACCEDI ALLA PAGINA CON IL PROGRAMMA COMPLETO DI TUTTI GLI INCONTRI

10 mag 2010

15 maggio, Conferenza del Prof. Vincenzo Pacelli: RICORDANDO GLI ULTIMI TEMPI DI CARAVAGGIO

Sabato 15 maggio 2010, alle ore 18, presso l’Auditorium dell'Oratorio di Sant’Antonio ad Orbetello (via Dante Alighieri 21), si terrà una conferenza del professore Vincenzo Pacelli dal titolo “Ricordando gli ultimi tempi di Caravaggio” . Il Professor Vincenzo Pacelli è ordinario di Storia dell’Arte Moderna alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli “Federico II” ed è considerato uno dei massimi esperti di Caravaggio. L’Oratorio di Sant’Antonio, chiesa sconsacrata del XVII secolo, si trova a Orbetello, in Via Dante 21 (strada a destra guardando il Duomo). INGRESSO LIBERO  ACCEDI AL PROGRAMMA DELLA CONFERENZA

12 maggio: presentazione del libro: "La bibbia di Caravaggio" di Mario Dal Bello

In occasione dei 400 anni della morte di Caravaggio, Schnell& Steiner presentano: "La Bibbia di Caravaggio. Immagini dell’Antico e del Nuovo Testamento" di Mario Dal Bello;  con la prefazione di Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e di Rodolfo Papa, storico dell’arte all’Urbaniana.
Roma, mercoledì, 12 maggio 2010, ore 19,30 - Chiesa S.Luigi dei Francesi, v. s.Giovanna d’Arco 5.
Un saggio agile, documentato, originale sulla visione religiosa e sull’interpretazione profondamente umana e laica che Caravaggio diede della Sacra Scrittura attraverso le sue tele. Mario Dal Bello attraverso lo studio di 18 dipinti ripercorre il cammino artistico del pittore lombardo, un regista della luce e del chiaroscuro che attraverso la Parola dipinta interpella ancora oggi l’esistenza umana, dove luci e ombre si susseguono in una perenne ricerca della Verità.  LEGGI TUTTO SU "NETONE"

Letture su Caravaggio alla Pinacoteca Stuard (Parma)

La Pinacoteca G.Stuard (Assessorato alla Cultura del Comune di Parma) organizza "Letture sul Caravaggio". In occasione del quarto centenario della scomparsa dell’artista (1610-2010) si terrà una serie di letture antologiche di brani da “Caravaggio” di Roberto Longhi, con le voci recitanti di Alessandra Azimonti e Raffaele Rinaldi. Il primo incontro, dal titolo “Prologo. Caravaggio, poco prima di Roma ”, è previsto sabato 8 maggio alle 17.30 nella Sala Convegni della Pinacoteca G.Stuard in B.go del Parmigianino, 2.

Seguiranno:
- mercoledì 12 maggio, ore 18,00 “I primi anni, tra prelati, pittori e cortigiane”
- sabato 15 maggio, ore 18,00 “I dipinti per San Luigi dei Francesi”
- sabato 22 maggio, ore 18,00 “Spada al fianco e un paggio dietro di sé …”
- sabato 29 maggio, ore 18,00 “La Morte della Vergine e gli ultimi anni romani”
- sabato 5 giugno, ore 18,00 “La fuga verso Napoli e Malta”
- sabato 12 giugno, ore 18,00 “La Sicilia, Santa Lucia, Napoli e Porto Ercole”

Gli interessati, per informazioni e prenotazioni, potranno rivolgersi al centralino della Pinacoteca G.Stuard 0521-508184. L’ingresso all’iniziativa è gratuito.

08 mag 2010

Roma, 8 e 9 maggio: Spettacolo teatrale "MICHELANGELO DA CARAVAGGIO" di Andrea Lattari e Cinzia Grande

Sabato 8 e domenica 9 maggio alla "DOMUS TALENTI", in delle Via Quattro Fontane 113, a Roma,  va in scena la performance teatrale "MICHELANGELO DA CARAVAGGIO" di Andrea Lattanzi e Cinzia Grande.

Indagando le necessità, le aspirazioni più profonde dell’Artista, i moti dell’anima che guidano la creazione delle sue opere, attori, pittori e musicisti si ritroveranno a condividere lo stesso palcoscenico, lo stesso spazio interiore: quello dell’anima, da cui nasce l’Arte.  ACCEDI ALLA PAGINA COMPLETA CON TUTTE LE INFORMAZIONI SULLO SPETTACOLO

"CARAVAGGESCA": alcuni interessanti articoli dal blog "Almanacco Romano"

PICCOLA ANTOLOGIA DI GIUDIZI SGHEMBI SUL MAESTRO LOMBARDO IN MOSTRA A ROMA NELLE SCUDERIE DEL QUIRINALE

GIOVAN BATTISTA MARINO CELEBRA, IN UN SONETTO INCENTRATO SUL DOPPIO, L’AMICO PITTORE

LA FISCELLA AMBROSIANA: REALISMO ITALICO O IMMAGINE DELLA VANITAS? DA SPENGLER A MATTEO MARANGONI, RIFLESSIONI SULLA RIFLESSIONE PITTORICA DEL MONDO

LA VISIBILITÀ DEL DIVINO E LA PITTURA ESTREMAMENTE FISICA SUGLI ALTARI. PARLANO I TEOLOGI

CARAVAGGIO E BACON RESTANO ESTRANEI. UNA MOSTRA ALLA GALLERIA BORGHESE

L'intervista impossibile: Caravaggio messo a nudo

Gli alunni della classe 3° A della scuola media Maria Ausiliatrice di Bologna hanno realizzato un immaginario 'botta e risposta' con il celebre pittore.

Bologna, 6 maggio 2010 - Ringraziamo Caravaggio per averci concesso un’intervista riguardante la sua vita, le sue opere e la mostra a lui dedicata. Cominciamo subito esponendole le nostre domande.
Come ha fatto a diventare famoso?
“Quando mi sono trasferito a Roma ho cominciato ad avere contatti importanti che mi hanno fatto conoscere e apprezzare nell’ambiente delle committenze romane. Sono entrato al servizio del Cardinal Francesco Maria Del Monte, per il quale ho realizzato quadri di vario genere sia sacro che profano”.
Come faceva a creare effetti di luce e ombra?
“Alcuni credono che usassi specchi, altri lucernai o buchi nel soffitto, altri ancora ulteriori strumenti: anche se non vi rivelerò i segreti delle mie tecniche, potrete comunque continuare ad ammirare l’uso innovativo che ho fatto della luce”.  CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA IMPOSSIBILE SUL "RESTO DEL CARLINO"

7,8 e 9 maggio: San Giovanni Valdarno, "Caravaggio, l'ultimo tempo" di Mario Martone

SAN GIOVANNI VALDARNO (AREZZO) - Il ‘600 in Valdarno Tra inquietudine e “maraviglia” Museo della Basilica di S. Maria delle Grazie San Giovanni Valdarno Piazza Masaccio, 8 9 maggio 2010 ore 17.00 proiezione del film CARAVAGGIO, L’ULTIMO TEMPO di Mario Martone (2004, 41’) -
 - Nell’ambito delle iniziative promosse, dal sistema museale del Valdarno per il 2010/2011, tese a valorizzare le raccolte del Seicento nel territorio, il Museo della Basilica di S. Maria delle Grazie in occasione della consegna al regista Mario Martone, del V° Premio cinematografico dedicato a Marco Melani, presenta, sabato 9 maggio 2010 alle ore 17.00, nei locali del Museo, alla presenza dell’autore, il film Caravaggio, l’ultimo tempo di Mario Martone ( 2004, 41’).  LEGGI TUTTO L'ARTICOLO SU VIAROMA100.NET

07 mag 2010

ANTEPRIMA ASSOLUTA: VODRET, STRINATI, ORLANDINI su CARAVAGGIO alla giornata ARTDAY al Cinema Trevi (dal blog di Egizio Trombetta)

Grazie all'inarrestabile EGIZIO TROMBETTA che ci ha inviato questo reportage pubblichiamo in anteprima assoluta gli interventi di Claudio Strinati e Rossella Vodret al cinema Trevi di Roma il giorno 4 Maggio 2010 in occasione dell’ART DAY, l’evento organizzato da Art News in collaborazione con il Ministero dei beni Culturali. Sulle note dei Velvet Underground (accostamento di Claudio Strinati), gruppo rock newyorchese anni sessanta, si discute su vari temi: la natura e la vita di Caravaggio non va ricercata sulle sue opere, Amor Vincit Omnia è il miglior ritratto di Caravaggio ed è anche l’immagine dell’arte stessa, come si organizza una mostra, le arrabbiature guadagnate in fase di lavori in corso, la Natività rubata dalla mafia a Palermo nel ’69, si sta realizzando una copia del quadro a Sciacca, in Sicilia. Articolo realizzato in collaborazione di "Caravaggio400" e "Caravaggio Pittore Maledetto"

ACCEDI ALLA PAGINA CON IL TESTO E IL VIDEO COMPLETO DEGLI INTERVENTI

05 mag 2010

Caravaggio: è falsa la data del decesso?

Roma, 4 mag. (Adnkronos) – Caravaggio non e’ morto il 18 luglio 1610. Non solo. La sua morte non fu mai trascritta sul Liber mortuorum e non per un errore ma per un preciso intendimento. A tingere di giallo la storia della morte di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio sono le ricerche sempre piu’ stringenti ed interessanti del Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali iniziate da qualche mese sulla individuazione dei luoghi e dei resti mortali di Caravaggio, che si concluderanno alla fine di questo mese con altre rivelazioni inedite. Secondo Silvano Vinceti, presidente del Comitato nazionale valorizzazione dei beni storico culturali e ambientali, “Jacomo Di Ventura, il parroco della comunita’ di Porto Ercole, non trascrive la morte di Caravaggio solo perche’ nessuno gli denuncio’ la morte del pittore. A Port’Ercole nessuno venne a conoscenza della morte di quel forestiero, salvo un ristrettissimo numero di persone”. E questo, secondo Vinceti, successe per un preciso intendimento: ”la morte del Caravaggio e’ avvenuta nel riserbo, in accordo con il governatore e con il comandante del forte. Gli spagnoli – continua lo storico e ricercatore – gradivano un discreto silenzio. Mattia Lopez, il Governatore appena insediato dei presidi militari di Porto Ercole, era a conoscenza della forte passione del precedente vicere’ di Napoli e del successore, Don Francisco de Castro, Conte di Lemos, per i dipinti del Caravaggio, passione condivisa dal Re di Spagna Filippo III”.
Vedi altri articoli dello stesso argomento sui seguenti links:  "CHI L'HAVISTO?" - NEW.NOTIZIE.IT - Blog ROVESCI D'ARTE

01 mag 2010

Intervista a ROSSELLA VODRET, Soprintendente del Polo Museale della città di Roma. (di Egizio Trombetta)

Intervista a Rossella Vodret, curatrice (insieme a Francesco Buranelli) della mostra delle Scuderie del Quirinale e soprintendente del polo museale della città di Roma. La professoressa Vodret ci svela alcuni retroscena e ci fornisce dettagli importanti sulle prossime mostre dedicata a Caravaggio.  Temi trattati: mostra “La Bottega del Caravaggio”, il Narciso, sinergia arte e letteratura, mostra di palazzo Ruspoli “I Colori del buio”, il copista più bravo, come si organizza una mostra. Rossella Vodret, oltre ad essere il soprintendente del polo museale della città di Roma è, insieme a Francesco Buranelli, la curatrice della mostra “Caravaggio” allestita alle Scuderie del Quirinale per celebrare il quarto centenario della morte del maestro lombardo. Incontriamo la professoressa Vodret all’indomani dell’annuncio di una nuova mostra che andrà ad integrarsi ad un’offerta caravaggesca già straordinaria. LEGGI TUTTA L'INTERVISTA E IL VIDEO COMPLETO SUL BLOG DI EGIZIO TROMBETTA