Il blog CARAVAGGIO400, fondato nel 2009 da Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico in occasione del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio, ha l'intenzione di attivare e creare un punto di approfondimento e discussione sull'opera di uno dei più grandi maestri della pittura seicentesca di cui far conoscere principalmente la sua opera e la sua arte ancor più che la sua vita e biografia, su cui troppo spesso si è concentrata l'attenzione dei media trascurando l'innovazione e il genio del grande pittore. Invitiamo tutti gli studiosi, appassionati e chiunque voglia dare un suo contributo ad inserire commenti e inviare segnalazioni a questo blog.

A cura di Michele Cuppone, Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico | CLICK HERE FOR ENGLISH VERSION

1 nov 2011

dal 16 novembre 2011: Mostra "ROMA AL TEMPO DI CARAVAGGIO" a Palazzo Venezia

Dal 16 novembre 2011 al 12 febbraio 2012 - Palazzo Venezia (Roma)
Un percorso attraverso quasi 200 opere provenienti da tutto il mondo che ricostruisce per la prima volta il tessuto connettivo della Città Eterna in cui visse e operò il grande genio lombardo.
"Caravaggio è stata una stella luminosissima che ha messo in ombra tutti gli artisti  della sua epoca, ma chi erano i suoi compagni di strada?". E' da questa domanda che prende spunto la mostra "Roma al tempo di Caravaggio", un percorso attraverso quasi 200 opere provenienti da tutto il mondo che ricostruisce per la prima volta il tessuto connettivo della Città Eterna in cui visse e operò il grande genio lombardo.
La mostra prende in esame quello che può essere definito un momento cruciale della pittura italiana, che nasce negli ultimi anni del XVI secolo a Roma; un periodo irripetibile che durò pochi anni, appena quaranta, dal 1595 al 1635 circa, ma da cui è dipeso gran parte dello sviluppo delle correnti artistiche europee fino alla fine del XVII secolo. I primi anni sono segnati dal confronto serrato e diretto tra due giganti della pittura italiana: il bolognese Annibale Carracci, capo indiscusso della pittura classicista, e il lombardo Caravaggio, creatore di una nuova suggestiva rappresentazione della realtà, che non sembra inadeguato definire rivoluzionaria. Entrambi scomparvero a un anno esatto l’uno dall’altro: il 15 luglio 1609, Annibale; il 18 luglio 1610, Caravaggio. Nei due decenni successivi le stimolanti basi gettate dai due maestri furono raccolte e sviluppate sia da quanti seguirono il drammatico naturalismo di Caravaggio sia dai pittori classicisti bolognesi, che avevano seguito Annibale nella città papale.

Nessun commento:

Posta un commento