26 lug 2014

Caravaggio entra al Famedio (di Elena Galloni)

Ottavio Leoni, <I>Ritratto di Caravaggio</I>, data 1621, carboncino nero e pastelli su carta blu, 23.4 x 16.3 cm., Firenze, Biblioteca Marucelliana
È ufficiale. Dopo due anni e rotti di richieste, finalmente il Caravaggio avrà il posto che gli spetta al Famedio di Milano, dove si ricordano i personaggi che hanno dato lustro alla città. Il busto in onore di Michelangelo Merisi, geniale e controverso pittore vissuto a cavallo tra il Cinque e il Seicento e uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, sarà posizionato in occasione della prossima commemorazione dei Defunti. E questo grazie a un emendamento presentato dalla Lega Nord in Consiglio comunale a Milano, che permette di reperire i fondi per collocare il busto e la relativa lapide.In un Paese normale, il fatto di riconoscere a un genio il suo ruolo nella Storia non dovrebbe fare notizia. Invece quella del busto di Caravaggio è una notizia eccome ...

Nessun commento:

Posta un commento