23 mag 2014

Capolavori caravaggeschi a Novara, al via l’attesa mostra al Broletto


 Capolavori caravaggeschi a Novara, al via l’attesa mostra al Broletto
Dal 31 maggio al 20 luglio Novara diventa sede di un’importante mostra dedicata a Caravaggio e alla sua scuola: “Capolavori caravaggeschi a Novara – Pittura di realtà a Novara e nel suo territorio". 
Nel percorso di visita, allestito all’interno dell’Arengo del Broletto di Novara, si potranno ammirare alcuni capolavori provenienti dal territorio della diocesi di Novara e dalle Collezioni Civiche. Ospite d’onore dell’iniziativa novarese l’“Ecce Homo” di Caravaggio proveniente dai Musei di Strada Nuova – Palazzo Bianco di Genova. Una occasione unica per ammirare l’opera di Caravaggio e per riscoprire il ricco patrimonio diocesano.
L’evento, promosso ed organizzato dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico del Piemonte, dall’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Novara e dall’ATL della Provincia di Novara, in collaborazione con il Comune di Novara, con il progetto Città e Cattedrali e la Regione Piemonte, è frutto di un intenso lavoro di studio, ricerche e restauri che hanno permesso di riscoprire autentici capolavori, selezionati dai curatori Anna Maria Bava e Francesco Gonzales, durante gli ultimi anni.
In mostra si potranno ammirare opere di Valentin de Boulogne, Nicolas Tournier, Domenico Fiasella, Giovanni Baglione, Tanzio da Varallo, Giuseppe Vermiglio e altri seguaci ed emuli di Caravaggio ...

Continua a leggere su Novaracultura.it
Dal 31 maggio al 20 luglio Novara diventa sede di un’importante mostra dedicata a Caravaggio e alla sua scuola: “Capolavori caravvaggeschi a Novara – Pittura di realtà a Novara e nel suo territorio.
Nel percorso di visita, allestito all’interno dell’Arengo del Broletto di Novara, si potranno ammirare alcuni capolavori provenienti dal territorio della diocesi di Novara e dalle Collezioni Civiche. Ospite d’onore dell’iniziativa novarese l’ “Ecce Homo” di Caravaggio proveniente dai Musei di Strada Nuova – Palazzo Bianco di Genova. Una occasione unica per ammirare l’opera di Caravaggio e per riscoprire il ricco patrimonio diocesano.
L’evento, promosso ed organizzato dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico del Piemonte, dall’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Novara e dall’ATL della Provincia di Novara, in collaborazione con il Comune di Novara, con il progetto Città e Cattedrali e la Regione Piemonte, è frutto di un intenso lavoro di studio, ricerche e restauri che hanno permesso di riscoprire autentici capolavori, selezionati dai curatori Anna Maria Bava e Francesco Gonzales, durante gli ultimi anni.
In mostra si potranno ammirare opere di Valentin de Boulogne, Nicolas Tournier, Domenico Fiasella, Giovanni Baglione, Tanzio da Varallo, Giuseppe Vermiglio e altri seguaci ed emuli di Caravaggio.
- See more at: http://www.novaracultura.it/?p=1121#sthash.SttFRnXF.dpuf

22 mag 2014

Presentato il progetto del parco monumentale funerario di Caravaggio a Porto Ercole


Un rendering del progetto
E’ stato presentato il progetto del Parco monumentale funerario di Caravaggio. Sono intervenuti nell’ ex cimiterino di San Sebastiano a Porto Ercole dove venne sepolto Caravaggio il 18 luglio del 1610 il presidente della Fondazione Caravaggio e responsabile del Parco monumentale funerario Silvano Vinceti e il Sindaco dell’ Argentario Arturo Cerulli. Vinceti ha annunciato l’ inaugurazione nel prossimo luglio del Parco monumentale dove verranno trasferiti i resti mortali del Caravaggio, ritrovati nel 2010. Tutti gli amanti del grande pittore potranno così onorare e dare un saluto alle sue spoglie mortali, e manifestare l’ affetto e l’ ammirazione per questo genio pittorico. Il Parco monumentale funerario e’ stato concepito come luogo dove i colori usati nella prima fase della sua avventura pittorica troveranno una loro incarnazione in fiori e colonne di gelsomini e bouganvillee. Arturo Cerulli Sindaco di Monte Argentario ha sottolineato la scelta dell’ amministrazione di fare di Porto Ercole non solo la citta’ del Caravaggio, ma di offrire a tutti gli amanti del passionale pittore la possibilità di rivivere gli ultimi giorni della sua vita e di ammirare in alta definizione tutte le sue opere. Non solo un giusto riconoscimento ad un grande artista,quindi, ma anche la scommessa per un nuovo turismo culturale. Fonte: ufficio stampa

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/05/21/presentato-il-progetto-del-parco-monumentale-funerario-di-caravaggio-a-porto-ercole/#.U3207iin79o
Copyright © gonews.it
Un rendering del progetto
E’ stato presentato il progetto del Parco monumentale funerario di Caravaggio. Sono intervenuti nell’ ex cimiterino di San Sebastiano a Porto Ercole dove venne sepolto Caravaggio il 18 luglio del 1610 il presidente della Fondazione Caravaggio e responsabile del Parco monumentale funerario Silvano Vinceti e il Sindaco dell’ Argentario Arturo Cerulli. Vinceti ha annunciato l’ inaugurazione nel prossimo luglio del Parco monumentale dove verranno trasferiti i resti mortali del Caravaggio, ritrovati nel 2010. Tutti gli amanti del grande pittore potranno così onorare e dare un saluto alle sue spoglie mortali, e manifestare l’ affetto e l’ ammirazione per questo genio pittorico. Il Parco monumentale funerario e’ stato concepito come luogo dove i colori usati nella prima fase della sua avventura pittorica troveranno una loro incarnazione in fiori e colonne di gelsomini e bouganvillee. Arturo Cerulli Sindaco di Monte Argentario ha sottolineato la scelta dell’ amministrazione di fare di Porto Ercole non solo la citta’ del Caravaggio, ma di offrire a tutti gli amanti del passionale pittore la possibilità di rivivere gli ultimi giorni della sua vita e di ammirare in alta definizione tutte le sue opere. Non solo un giusto riconoscimento ad un grande artista,quindi, ma anche la scommessa per un nuovo turismo culturale. Fonte: ufficio stampa

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/05/21/presentato-il-progetto-del-parco-monumentale-funerario-di-caravaggio-a-porto-ercole/#.U3207iin79o
Copyright © gonews.it

E’ stato presentato il progetto del Parco monumentale funerario di Caravaggio. Sono intervenuti nell’ ex cimiterino di San Sebastiano a Porto Ercole dove venne sepolto Caravaggio il 18 luglio del 1610 il presidente della Fondazione Caravaggio e responsabile del Parco monumentale funerario Silvano Vinceti e il Sindaco dell’ Argentario Arturo Cerulli. Vinceti ha annunciato l’ inaugurazione nel prossimo luglio del Parco monumentale dove verranno trasferiti i resti mortali del Caravaggio, ritrovati nel 2010. Tutti gli amanti del grande pittore potranno così onorare e dare un saluto alle sue spoglie mortali, e manifestare l’ affetto e l’ ammirazione per questo genio pittorico. Il Parco monumentale funerario e’ stato concepito come luogo dove i colori usati nella prima fase della sua avventura pittorica troveranno una loro incarnazione in fiori e colonne di gelsomini e bouganvillee. Arturo Cerulli Sindaco di Monte Argentario ha sottolineato la scelta dell’ amministrazione di fare di Porto Ercole non solo la citta’ del Caravaggio, ma di offrire a tutti gli amanti del passionale pittore la possibilità di rivivere gli ultimi giorni della sua vita e di ammirare in alta definizione tutte le sue opere. Non solo un giusto riconoscimento ad un grande artista,quindi, ma anche la scommessa per un nuovo turismo culturale. Fonte: ufficio stampa

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/05/21/presentato-il-progetto-del-parco-monumentale-funerario-di-caravaggio-a-porto-ercole/#.U3207iin79o
Copyright © gonews.it

E’ stato presentato il progetto del Parco monumentale funerario di Caravaggio. Sono intervenuti nell’ex cimiterino di San Sebastiano a Porto Ercole dove venne sepolto Caravaggio il 18 luglio del 1610 il presidente della Fondazione Caravaggio e responsabile del Parco monumentale funerario Silvano Vinceti e il Sindaco dell’Argentario Arturo Cerulli. Vinceti ha annunciato l’inaugurazione nel prossimo luglio del Parco monumentale dove verranno trasferiti i resti mortali del Caravaggio, ritrovati nel 2010. Tutti gli amanti del grande pittore potranno così onorare e dare un saluto alle sue spoglie mortali, e manifestare l’affetto e l’ammirazione per questo genio pittorico. Il Parco monumentale funerario è stato concepito come luogo dove i colori usati nella prima fase della sua avventura pittorica troveranno una loro incarnazione in fiori e colonne di gelsomini e bouganvillee. Arturo Cerulli Sindaco di Monte Argentario ha sottolineato la scelta dell’amministrazione di fare di Porto Ercole non solo la città del Caravaggio, ma di offrire a tutti gli amanti del passionale pittore la possibilità di rivivere gli ultimi giorni della sua vita e di ammirare in alta definizione tutte le sue opere. Non solo un giusto riconoscimento ad un grande artista, quindi, ma anche la scommessa per un nuovo turismo culturale. 

Fonte: ufficio stampa
E’ stato presentato il progetto del Parco monumentale funerario di Caravaggio. Sono intervenuti nell’ ex cimiterino di San Sebastiano a Porto Ercole dove venne sepolto Caravaggio il 18 luglio del 1610 il presidente della Fondazione Caravaggio e responsabile del Parco monumentale funerario Silvano Vinceti e il Sindaco dell’ Argentario Arturo Cerulli. Vinceti ha annunciato l’ inaugurazione nel prossimo luglio del Parco monumentale dove verranno trasferiti i resti mortali del Caravaggio, ritrovati nel 2010. Tutti gli amanti del grande pittore potranno così onorare e dare un saluto alle sue spoglie mortali, e manifestare l’ affetto e l’ ammirazione per questo genio pittorico. Il Parco monumentale funerario e’ stato concepito come luogo dove i colori usati nella prima fase della sua avventura pittorica troveranno una loro incarnazione in fiori e colonne di gelsomini e bouganvillee. Arturo Cerulli Sindaco di Monte Argentario ha sottolineato la scelta dell’ amministrazione di fare di Porto Ercole non solo la citta’ del Caravaggio, ma di offrire a tutti gli amanti del passionale pittore la possibilità di rivivere gli ultimi giorni della sua vita e di ammirare in alta definizione tutte le sue opere. Non solo un giusto riconoscimento ad un grande artista,quindi, ma anche la scommessa per un nuovo turismo culturale. Fonte: ufficio stampa

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/05/21/presentato-il-progetto-del-parco-monumentale-funerario-di-caravaggio-a-porto-ercole/#.U3207iin79o
Copyright © gonews.it
E’ stato presentato il progetto del Parco monumentale funerario di Caravaggio. Sono intervenuti nell’ ex cimiterino di San Sebastiano a Porto Ercole dove venne sepolto Caravaggio il 18 luglio del 1610 il presidente della Fondazione Caravaggio e responsabile del Parco monumentale funerario Silvano Vinceti e il Sindaco dell’ Argentario Arturo Cerulli. Vinceti ha annunciato l’ inaugurazione nel prossimo luglio del Parco monumentale dove verranno trasferiti i resti mortali del Caravaggio, ritrovati nel 2010. Tutti gli amanti del grande pittore potranno così onorare e dare un saluto alle sue spoglie mortali, e manifestare l’ affetto e l’ ammirazione per questo genio pittorico. Il Parco monumentale funerario e’ stato concepito come luogo dove i colori usati nella prima fase della sua avventura pittorica troveranno una loro incarnazione in fiori e colonne di gelsomini e bouganvillee. Arturo Cerulli Sindaco di Monte Argentario ha sottolineato la scelta dell’ amministrazione di fare di Porto Ercole non solo la citta’ del Caravaggio, ma di offrire a tutti gli amanti del passionale pittore la possibilità di rivivere gli ultimi giorni della sua vita e di ammirare in alta definizione tutte le sue opere. Non solo un giusto riconoscimento ad un grande artista,quindi, ma anche la scommessa per un nuovo turismo culturale. Fonte: ufficio stampa

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/05/21/presentato-il-progetto-del-parco-monumentale-funerario-di-caravaggio-a-porto-ercole/#.U3207iin79o
Copyright © gonews.it

13 mag 2014

"I primi anni romani di Caravaggio", di Clovis Whitfield (articolo in tre parti, su News-Art)

0_ Ottavio Leoni_Caravaggio News-Art pubblica in tre parti l'articolo di Clovis Whitfiled "I primi anni romani di Caravaggio" 

Questo saggio mira a spiegare il percorso di Caravaggio nel primo anno e mezzo del suo soggiorno romano e cerca di offrire una visione panoramica sull’ambiente in cui egli venne scoperto, attraverso il sostegno di coloro che lo hanno apprezzato e tollerato malgrado un carattere fondamentalmente contrario a tutto e tutti.


1. Caravaggio 'bisognoso' - I primi soccorsi e la SS. Trinità dei Pellegrini

2. Un appoggio siciliano, e ‘quadri da vendere'

3. Un 'cervello stravagantissimo'