Il blog CARAVAGGIO400, fondato nel 2009 da Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico in occasione del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio, ha l'intenzione di attivare e creare un punto di approfondimento e discussione sull'opera di uno dei più grandi maestri della pittura seicentesca di cui far conoscere principalmente la sua opera e la sua arte ancor più che la sua vita e biografia, su cui troppo spesso si è concentrata l'attenzione dei media trascurando l'innovazione e il genio del grande pittore. Invitiamo tutti gli studiosi, appassionati e chiunque voglia dare un suo contributo ad inserire commenti e inviare segnalazioni a questo blog.

2 lug 2015

Rubate a Palermo sei opere su Caravaggio dell'artista di strada Guemy

Rubate sei opere che l'artista C215 ha lasciato a Palermo, città presunta di passaggio per Caravaggio di ritorno da Messina verso Napoli e Roma.
Si ripete purtroppo quanto accaduto per la Natività con i santi Lorenzo e Francesco che Caravaggio aveva dipinto da Roma per la stessa Palermo.



Erano sei le opere di C215 che potevano essere “smontate” e portate via. E sei ne sono state rubate. Questa l'amara scoperta degli appassionati di street art a Palermo che avevano segnalato su un gruppo Facebook la sparizione tra venerdì e sabato notte di due delle opere realizzate nel capoluogo siciliano dall'artista internazionale Christian Guemy. Giunto nei mesi scorsi a Palermo, aveva voluto rendere omaggio e ricordare il passaggio di Caravaggio in città riproducendo tra le strade e le piazze del centro storico alcune delle opere più famose dell'artista lombardo. Dalla Vucciria a Ballarò, da Piazza San Domenico a Piazza Indipendenza: un vero e proprio percorso museale all’aperto e fruibile a tutti, di cui adesso restano solo due lavori sui muri. “Mi dispiace molto. Avevo realizzato quelle opere per tutti. Portarle via dalle strade di Palermo dimostra egoismo e poco interesse per gli altri. Sono disgustato da quanto è accaduto, penso proprio che non tornerò più”. Così commenta l'accaduto lo street artist ...


Continua a leggere su Repubblica

Nessun commento:

Posta un commento