Il blog CARAVAGGIO400, fondato nel 2009 da Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico in occasione del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio, ha l'intenzione di attivare e creare un punto di approfondimento e discussione sull'opera di uno dei più grandi maestri della pittura seicentesca di cui far conoscere principalmente la sua opera e la sua arte ancor più che la sua vita e biografia, su cui troppo spesso si è concentrata l'attenzione dei media trascurando l'innovazione e il genio del grande pittore. Invitiamo tutti gli studiosi, appassionati e chiunque voglia dare un suo contributo ad inserire commenti e inviare segnalazioni a questo blog.

A cura di Michele Cuppone, Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico | CLICK HERE FOR ENGLISH VERSION

2 mar 2018

Incontro con Rossella Vodret a Roma il 15 marzo


Giovedì 15 Marzo, ore 11.00 – Aula Moscati, Macroarea di Lettere e Filosofia – Via Columbia, 1 

Giovedì 15 Marzo nell’ambito degli convegni organizzati dal Dottorato di ricerca in Beni Culturali, Formazione e Territorio dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” avrà luogo l’incontro con l’esperta Rossella Vodret, intitolato “Dentro Caravaggio, Il contributo della diagnostica alla storia dell’arte”. Rossella Vodret è stata Soprintendente Speciale per il Polo Museale Romano e autrice di più di trecento pubblicazioni tra libri, saggi, articoli scientifici e schede di catalogo relative alla pittura del XVII secolo. È stata anche la curatrice della mostra “Dentro Caravaggio”, ospitata all’interno del Palazzo Reale di Milano e svoltasi dal 29 Settembre 2017 al 4 Febbraio 2018. Una mostra innovativa in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che ha voluto raccontare da una prospettiva nuova gli anni della straordinaria produzione artistica di Caravaggio, attraverso le indagini diagnostiche e le nuove ricerche documentarie che hanno portato a una rivisitazione della cronologia delle opere giovanili. 
La diagnostica artistica è la nuova frontiera della ricerca per la storia dell’arte perché si basa su analisi scientifiche in grado di fornire informazioni non desumibili ad occhio nudo sulla tecnica esecutiva di un artista. In questo caso la diagnostica è stata applicata a venti capolavori caravaggeschi corredati dalle rispettive immagini radiografiche. Gli strumenti utilizzati per le analisi tecniche hanno compreso le radiazioni elettromagnetiche percepibili alla vista (macrofoto, microfono, foto a luce radente), e quelle impercettibili (raggi X, radiazioni infrarosse e ultraviolette), ma anche le metodologie di tipo chimico-fisico per le analisi dei pigmenti. 
Il dibattito sarà presieduto da Franco Salvatori, Direttore del Dipartimento di Storia, Patrimonio Culturale, Formazione e Società dell’Università “Tor Vergata”e introdotto da Giovan Battista Fidanza, professore di Storia dell’arte moderna presso il nostro Ateneo (fonte: Università degli Studi di Roma "Tor Vergata").

Nessun commento:

Posta un commento