15 set 2010

Un'investitura improbabile (dal blog di Egizio Trombetta)

Tutti retroscena di una giornata rocambolesca. Dopo opportune verifiche ho deciso di rendere pubblico quanto è accaduto quel giorno. Investitura si, investitura no. Ritardi, tensioni, ripicche: Caravaggio ha perso una chance? Ma aveva senso ridargli il titolo di Cavaliere di Malta post-mortem? Corradini lascia intendere che sono in corso nuove ricerche agli archivi romani, e che verranno a galla delle sorprese (inquietanti?). Nel video, contributi di Mons. Sandro Corradini (con traduzione in inglese), Maurizio Marini, Giuseppe La Fauci, Federica Gasparrin e del Gran Priore Frà Giuseppe Masi.

15.09.2010. In quei giorni, nei giorni dei centenario, lo scorso luglio, in tanti avranno sentito parlare dell’investitura post-mortem all’ordine dei Cavalieri di Malta di Caravaggio. L’investitura sarebbe dovuta avvenire sabato 10 Luglio 2010 a Principina, in provincia di Grosseto. La cerimonia era prevista per le 19.45 a seguito del convegno tenutosi al centro congressi “Fattoria la Principina”. Il convegno, organizzato a mio parere eccellentemente, almeno nelle intenzioni, dal Gran Priore Fra’ Giovanni Masi e dall’architetto Giuseppe La Fauci, aveva relatori di livello internazionale quali il Professor Maurizio Marini, il Monsignor Sandro Corradini, l’architetto Giuseppe La Fauci e la professoressa Federica Gasparrini. Sembrava tutto perfetto, quella giornata aveva tutti gli ingredienti per essere una giornata memorabile, almeno per quanto riguarda le faccende caravagesche. Quel che contava è che alla fine di quella giornata Michelangelo Merisi da Caravaggio sarebbe diventato nuovamente, ma post mortem, un Cavaliere dell’Ordine di Malta. Così non è stato.  CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO E VEDI IL VIDEO DELL'INTERVISTA SUL BLOG DI EGIZIO TROMBETTA

Nessun commento:

Posta un commento