Cerca nel blog

Caricamento in corso...

09 ago 2015

L’oratorio di San Lorenzo torna a splendere. Visite gratuite il 9 agosto


oratorio di san lorenzo
A distanza di dieci anni dai grandi lavori di restauro effettuati dalla Sovrintendenza e a otto dalla consegna dell’Oratorio di San Lorenzo in gestione all’Associazione Amici dei Musei Siciliani che quotidianamente lo apre ai visitatori, i magnifici stucchi di Giacomo Serpotta sono stati ripuliti ed è stato ricollocato il tessuto damascato posto sopra le panche dei confrati che impreziosivano le pareti [...].
In occasione del restauro, l’Oratorio domenica 9 sarà visitabile gratuitamente dai cittadini per tutta la giornata.
L‘oratorio sorse intorno al 1570 ad opera della compagnia di San Francesco sulle spoglie di un’antica chiesetta dedicata a San Lorenzo. Per questo motivo la dedicazione attuale ricorda entrambi i santi.
Giacomo Serpotta vi intervenne a partire dal 1699 e fino al 1707 circa, con la collaborazione dell’architetto Giacomo Amato, innanzitutto per rinnovare la decorazione del presbiterio che conteneva la famosa Natività con adorazione dei pastori dipinta da Michelangelo Merisi da Caravaggio intorno al 1600.
[...] L’oratorio è salito alla ribalta internazionale non per il suo indiscusso valore artistico, ma per il clamoroso furto della Natività di Caravaggio, mai più ritrovato; ancora oggi figura tra le opere più ricercate al mondo sul sito del FBI. Non fu l’unico furto subito poiché negli anni 70 vennero trafugate alcune delle statuette che adornavano i “teatrini” del Serpotta e negli anni 80 venne addirittura rubata la monumentale fontana del cortile, successivamente ritrovata.


Leggi l'articolo integrale su BlogSicilia




26 lug 2015

Un viaggio multisensoriale nel Seppellimento di Santa Lucia. Video dall'inaugurazione

Visitabile ancora fino al 30 agosto a Siracusa l'installazione "Un viaggio multisensoriale nel Seppellimento di Santa Lucia", ideata dalla Galleria Bellomo insieme a IAN - Innovative Art Network.
Di seguito il servizio tg sull'inaugurazione:



Si ringrazia Umberto Giordano per il video editing.



15 lug 2015

"Caravaggio". Lo spettacolo di e con Vittorio Sgarbi



Data: Giovedì, 16 Luglio, 2015 - 21:30
TEATRO LA VERSILIANA, MARINA DI PIETRASANTA 
Promo Music in collaborazione con La Versiliana Festival
presenta

IN PRIMA NAZIONALE
“CARAVAGGIO”
di e con VITTORIO SGARBI
Regia Angelo Generali
le musiche di Valentino Corvino
e le immagini elaborate da Tommaso Arosio

"Caravaggio è doppiamente contemporaneo. È contemporaneo perché c'è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere; ed è contemporaneo perché la sensibilità del nostro tempo gli ha restituito tutti i significati e l'importanza della sua opera. Non sono stati il Settecento o l'Ottocento a capire Caravaggio, ma il nostro Novecento. Caravaggio viene riscoperto in un'epoca fortemente improntata ai valori della realtà, del popolo, della lotta di classe. Ogni secolo sceglie i propri artisti. E questo garantisce un'attualizzazione, un'interpretazione di artisti che non sono più del Quattrocento, del Cinquecento e del Seicento ma appartengono al tempo che li capisce, che li interpreta, che li sente contemporanei. Tra questi, nessuno è più vicino a noi, alle nostre paure, ai nostri stupori, alle nostre emozioni, di quanto non sia Caravaggio."
(Vittorio Sgarbi)

Produzione: Promo Music in collaborazione con Festival La Versiliana
Durata: 1 ora e 30 minuti, senza intervallo
Genere: spettacolo di prosa con musica e videoproiezioni
Debutto: Festival La Versiliana giovedì 16 luglio 2015
Tournée: Stagione Teatrale 2015/2016. Milano, Teatro Carcano, novembre 2015;  Roma, Teatro Vittoria, febbraio 2015

07 lug 2015

"Caravaggio e gli occhi di Pietro morente", di Pietro Caiazza




Presentiamo un contributo inedito di Pietro Caiazza in cui l'autore si sofferma sulla lettura iconografica della Crocifissione di san Pietro.
L'articolo è presente nella sezione Biblioteca on line di Caravaggio400.


ACCEDI ALL'ARTICOLO: Caravaggio e gli occhi di Pietro morente


02 lug 2015

Rubate a Palermo sei opere su Caravaggio dell'artista di strada Guemy

Rubate sei opere che l'artista C215 ha lasciato a Palermo, città presunta di passaggio per Caravaggio di ritorno da Messina verso Napoli e Roma.
Si ripete purtroppo quanto accaduto per la Natività con i santi Lorenzo e Francesco che Caravaggio aveva dipinto da Roma per la stessa Palermo.



Erano sei le opere di C215 che potevano essere “smontate” e portate via. E sei ne sono state rubate. Questa l'amara scoperta degli appassionati di street art a Palermo che avevano segnalato su un gruppo Facebook la sparizione tra venerdì e sabato notte di due delle opere realizzate nel capoluogo siciliano dall'artista internazionale Christian Guemy. Giunto nei mesi scorsi a Palermo, aveva voluto rendere omaggio e ricordare il passaggio di Caravaggio in città riproducendo tra le strade e le piazze del centro storico alcune delle opere più famose dell'artista lombardo. Dalla Vucciria a Ballarò, da Piazza San Domenico a Piazza Indipendenza: un vero e proprio percorso museale all’aperto e fruibile a tutti, di cui adesso restano solo due lavori sui muri. “Mi dispiace molto. Avevo realizzato quelle opere per tutti. Portarle via dalle strade di Palermo dimostra egoismo e poco interesse per gli altri. Sono disgustato da quanto è accaduto, penso proprio che non tornerò più”. Così commenta l'accaduto lo street artist ...


Continua a leggere su Repubblica

19 giu 2015

Un viaggio multisensoriale nel Seppellimento di Santa Lucia. A Palazzo Bellomo dal 26 giugno al 30 agosto 2015


Le voci, i suoni e le atmosfere dell'opera di Caravaggio






La Galleria Regionale di Palazzo Bellomo a Siracusa è da sempre orientata alla didattica e alla valorizzazione del patrimonio culturale.
L’installazione "Un viaggio multisensoriale nel Seppellimento di Santa Lucia", ideata dalla Galleria Bellomo insieme a IAN - Innovative Art Network, nasce dal desiderio di sperimentare nuove forme di comunicazione che consentano la fruibilità delle opere non solo visivamente ma attraverso esperienze che coinvolgano altri sensi (udito, tatto, olfatto), in modo da poter essere accessibili in maniera innovativa. 

Il progetto, con la partecipazione di Michele Cuppone e la collaborazione di Red Raion e Strumenti Letterari, si è reso possibile grazie a partners come Bioturismo.

L’installazione sarà esposta nei locali del Museo Bellomo dal 26 giugno al 30 agosto 2015. 
Inaugurazione | venerdì, 26 giugno h. 18:30
Orari di apertura
da martedì a sabato: 9:00 - 18:30
domenica: 9:00 - 13:00
lunedì chiuso
Ingresso libero

“La pittura di realtà. Caravaggio e i caravaggeschi” a Sassari. In mostra anche la "Medusa Murtola"




Per la prima volta in Sardegna una mostra su Caravaggio, un evento di alta qualità e respiro internazionale nell’ambito delle arti visive. “La pittura di realtà. Caravaggio e i caravaggeschi” è proprio questo, una proposta culturale, artistica, capace di potenziare l’immagine di Sassari nel panorama di mostre fortemente significative e di grande richiamo per il pubblico, sia dei cittadini che dei visitatori esterni.
Dal 26 giugno al 30 ottobre, nella sala Duce di Palazzo Ducale, Sassari potrà ammirare una esposizione davvero unica.
La mostra, curata da Vittorio Sgarbi e organizzata dall’amministrazione comunale, assessorato Cultura e turismo, in collaborazione con l’associazione Sassari Rinascimento, espone opere provenienti da prestigiose collezioni private italiane ed estere ma è anche l’occasione per riscoprire il patrimonio pittorico presente in città che, forse, non tutti i cittadini conoscono; in particolare si tratta di opere conservate nella pinacoteca Mus’A del Canopoleno e nella chiesa delle Monache Cappuccine.
Al centro del percorso espositivo un capolavoro della produzione giovanile di Caravaggio, la Medusa Murtola ...


Continua a leggere su Sardegna Reporter