11 mar 2013

Cento, bufera in Inghilterra su 'I bari' di Caravaggio

La casa d'asta Sotheby’s citata in giudizio

Il dipinto è stato per oltre tre anni è stato alla Pinacoteca Civica centese. La disputa sulla paternità dell'opera tra gli ultimi due proprietari

L'olio su tela 'I bari' di Caravaggio (Ansa)  

Cento (Ferrara), 11 marzo 2013 - Il celebre dipinto “I Bari” di Caravaggio della collezione Sir Denis Mahon, che per oltre tre anni è stato alla Pinacoteca Civica centese, è ora al centro di una interessante disputa tra Lancelot William Thwaytes, l’originario proprietario del dipinto e la Casa d’asta londinese Sotheby’s che nel 2006 ne ha battuto la vendita a favore dell’ormai defunto collezionista e studioso Sir Denis.
Il dipinto concesso dal 2008 in comodato gratuito alla Pinacoteca Centese e restituito all’attuale proprietà, la Fondazione Mahon, a seguito degli eventi sismici dell’anno appena trascorso, ha lasciato un vuoto profondo nella cittadina di Cento, ma continua a far parlare di sé in Inghilterra.
Il tutto ha inizio per l’appunto con la vendita all’asta di questo splendido dipinto che Mahon riuscì ad acquistare come copia dell’originale di Caravaggio conservata al Kimbell Art Museum di Fort Worth, al prezzo di aggiudicazione di 42mila sterline, corrispondenti a circa 61mila euro ...

CONTINUA A LEGGERE SU "IL RESTO DEL CARLINO"


Nessun commento:

Posta un commento