Il blog CARAVAGGIO400, fondato nel 2009 da Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico in occasione del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio, ha l'intenzione di attivare e creare un punto di approfondimento e discussione sull'opera di uno dei più grandi maestri della pittura seicentesca di cui far conoscere principalmente la sua opera e la sua arte ancor più che la sua vita e biografia, su cui troppo spesso si è concentrata l'attenzione dei media trascurando l'innovazione e il genio del grande pittore. Invitiamo tutti gli studiosi, appassionati e chiunque voglia dare un suo contributo ad inserire commenti e inviare segnalazioni a questo blog.




A cura di Michele Cuppone, Massimo D'Alessandro e Nicoletta Retico (pagina Fb a cura di Claudio Ferranti )

4 mar 2019

In mostra a Lugano un "San Francesco" attribuito a Caravaggio


In occasione dei festeggiamenti del Quattrocentesimo anno di fondazione della Confraternita di San Carlo Borromeo, proseguendo l’iniziativa che dal 2015 porta nella chiesa dedicata al Santo in via Nassa a Lugano dipinti di arte sacra legati a San Carlo ed alla visione artistica della Controriforma, quest’anno, per la prima volta in Svizzera, è esposto un quadro di Michelangelo Merisi da Caravaggio: San Francesco in meditazione, un olio su tela, 136 x 91 cm proveniente da collezione privata [ex Cecconi, ndC400] e restaurato a Londra nel 2006.
Fino al 30 marzo (orari:dalle ore 7:00-19:00 tranne dalle 11:00-13:00 salvo eventuali impegni liturgici), i visitatori possono vedere un capolavoro, che dopo le mostre di Düsseldorf (2006) e Parigi (2010), non era stato più esposto e di cui si è discussa, in passato, l’autenticità. Le analisi e le radiografie eseguite in occasione della mostra di Caravaggio a Düsseldorf hanno evidenziato numerosi ed importanti pentimenti concettuali, mettendo altresì in rilievo la tecnica pittorica personalissima del Caravaggio, confermandone così a parere degli esperti Clovis Whitfield, Mina Gregori, Sir Denis Mahon, Claudio Strinati… l’autografia.

link:



Nessun commento:

Posta un commento